La prima fase della Progettazione Partecipata (svoltasi tra aprile e giugno 2015) si è composta di una serie di interviste ai vari portatori di interessi presenti in città e vicinanze.

Tali interviste costituiscono un’analisi dei punti di forza e debolezza della città, anche in funzione di un possibile recupero dell’area (in gergo: analisi SWOT, Strenghts, Wiknesses, Opportunities, Threats).

Sono state coinvolte circa cento persone individuate per la propria attività sul territorio, sia nel campo professionale che in quello del volontariato o dell’impegno civico, ma anche su diretta segnalazione degli intervistati stessi. A ognuno è stato garantito l’anonimato.

Qui è possibile scaricare il documento che sintetizza i risultati delle interviste.

A fianco delle interviste è stata sviluppata una mostra sulle esperienze analoghe a quella di Arsenale Creativo, in Europa e nel Mondo: esempi di come la partecipazione sia stata capace di portare ottimi risultati nella riqualificazione degli spazi urbani.